In questa pagina sono elencate le domande (e le relative risposte) che ci vengono poste con maggiore frequenza dagli operatori del settore che utilizzano i dispositivi SmartCounter nei loro distributori. Il contenuto della pagina viene aggiornato in continuazione.

 

 

Domanda:

Se installo un dispositivo SmartCounter in una macchinetta da caffè (OCS), per effettuare le ricariche di erogazioni è obbligatorio che la macchinetta sia connessa ad internet tramite una rete Wi-Fi?

Risposta:

No, non è obbligatorio, SmartCounter può funzionare anche in modalità offline, come un qualsiasi altro sistema di deconto. Infatti, le operazioni di ricarica delle erogazioni in un distributore con installato SmartCounter possono essere effettuate utilizzando un semplice smartphone o tablet. Ci sono due modi di operare:

  1. se con il proprio smartphone/tablet è possibile accedere ad Internet tramite una connessione dati basterà attivare sullo smartphone la funzione di Hotspot/Condivisione Internet ed il distributore la utilizzerà in automatico per connettersi ad Internet ed essere disponibile per le operazioni di ricarica;
  2. se non è disponibile nessun modo per consentire al dispositivo SmartCounter di accedere ad Internet esso attiva la funzionalità di Access Point che permette allo smartphone/tablet dell'operatore di comunicare in modo diretto per effettuare la ricarica.

 

Domanda:

Devo consegnare una fornitura di caffè ad un cliente tramite corriere, come faccio a ricaricare il dispositivo SmartCounter nella macchinetta con le erogazioni per la fornitura?

Risposta:

Se il distributore è connesso ad Internet tramite una rete Wi-Fi la ricarica può essere fatta direttamente dallo smartphone dell'operatore (oppure con un computer o tablet connesso ad Internet) tramite l'applicazione web di SmartCounter accessibile all'indirizzo http://my.smartcounter.it in modo remoto da qualsiasi parte del mondo. Se, invece, il distributore non è connesso ad Internet è sufficiente generare un Codice di ricarica e comunicarlo al cliente tramite messaggio SMS, WhatsApp, E-mail oppure stamparlo su un foglio di carta e consegnarlo assieme alla fornitura di caffè. Il cliente potrà effettuare, in completa autonomia, la ricarica delle erogazioni tramite la funzionalità Access Point del dispositivo SmartCounter inserendo il codice di ricarica ricevuto.


 

Domanda:

Ho effettuato una ricarica ma, per errore, ho ricaricato una quantità maggiore di quella desiderata, posso diminuire la quantità di erogazioni disponibili sulla macchinetta?

Risposta:

Certamente, per diminuire la quantità di erogazioni disponibili nel distributore è sufficiente fare una ricarica con quantità negativa. Ad esempio, se nel distributore ci sono 300 erogazioni disponibili e si desidera portarle a 250 basterà fare una ricarica di -50.


 

Domanda:

Mi trovo dal cliente, devo effettuare la ricarica delle erogazioni ma ho dimenticato come procedere. Esiste qualche guida che spiega velocemente come fare per ricaricare?

Risposta:

Quando si acquistano dei dispositivi SmartCounter vengono consegnate anche delle mini guide in formato cartaceo da consegnare ai propri operatori in modo da avere un riferimento immediato su come procedere per effettuare la ricarica nelle varie situazioni che possono capitare. Questa guida è disponibile anche in formato .pdf da stampare in fronte/retro e tagliare in due. Per scaricarla basta fare clic su mini_guida_operatore.pdf


 

Domanda:

Vorrei consentire al dispositivo SmartCounter installato nel distributore di accedere ad Internet attraverso la funzione Hotspot/Condivisione Internet del mio smartphone, come devo procedere?

Risposta:

I dispositivi SmartCounter sono programmati in modo che quando rilevano la disponibilità di una rete Wi-Fi con SSID SmartCounter.it (oppure che inizia con IPhone o IPad) tentano di connettersi ad essa utilizzando la password 12345678.

Se usiamo uno smartphone/tablet con sistema operativo Android oppure Windows bisogna rinominare l'SSID della rete condivisa dal dispositivo in SmartCounter.it ed impostare la password a 12345678.

Se, invece, utilizziamo uno smartphone/tablet della Apple basterà solo impostare la password a 12345678 perché tali dispositivi in modalità predefinita condividono la rete con un SSID iPhone di XYZ o iPad di XYZ dove XYZ è il nome dell'utente.

Quindi, per consentire al distributore di usare la connessione del nostro smartphone basterà attivare la condivisione quando ci troviamo nelle vicinanze del distributore e, nel giro di un paio di minuti, il distributore si connetterà ad Internet tramite lo smartphone per comunicare con il nostro smartphone/tablet tramite Internet.

Con l'acquisto dei dispositivi SmartCounter vengono consegnate anche alcune brochures che riepilogano i passaggi da effettuare sullo smartphone per configurarlo in modo da consentire ai dispositivi SmartCounter di utilizzarlo per accedere ad Internet. Per scaricarla basta fare clic su brochure_condivisione.pdf da stampare in fronte/retro e piegare in tre.


 

Domanda:

Il dispositivo SmartCounter ha un led che emette luce in vari colori, qual'è il significato dei colori?

Risposta:

Il led presente nei dispositivi SmartCounter può assumere diversi colori e servono a indicare il suo stato e le eventuali operazioni in corso di svolgimento. I colori sono i seguenti:

  • Rosso: non ci sono erogazioni disponibili, il distributore è bloccato e non eroga nulla.
  • Verde: sono disponibili erogazioni, il dispositivo è online e comunica regolarmente con il server. Questa è la situazione ideale.
  • Blu: sono disponibili erogazioni ma il dispositivo è offline. La comunicazione con il server non è disponibile però è attiva la funzione di Access Point e quindi (se l'operatore non ha disattivato la visibilità del SSID) è possibile connettersi ad esso con uno smartphone, tramite la ricerca Wi-Fi nel raggio di alcuni metri di distanza, ed interagire con il dispositivo SmartCounter accedendo alla pagina http://192.168.4.1 con un browser web.
  • Giallo/verde: il numero delle erogazioni disponibili è inferiore al valore delle erogazioni di avviso impostate sul dispositivo. E' un avviso per il cliente che le erogazioni stanno per finire, simile all'indicazione della riserva del carburante nei veicoli.
  • Viola lampeggiante: il dispositivo è online e sta ricevendo dei comandi dal server; non spegnere il dispositivo perché nel giro di pochi secondi ritornerà al normale funzionamento.